Oblique Fields Factory Records – OFF Records

Record Company & Net Label from 1994

Ritieniti Fortemente coinvolto – COMPILATION in FREE DOWNLOAD

Cover-RFC-670x670

POLAR FOR THE MASSES – ITALICO
(La Grande V Records)
I Polar For The Masses sono tornati: Simone, Davide e Jordan colpiscono duro. Il rock, cantato in italiano, come nessuno l’ha mai suonato. Il rumore incontra la canzone. Ti sembra musica elettronica? Indie all’italiana? Tutto sbagliato: è noise, è rock, è ipnosi, è denuncia sociale a base di drone-music.

WALTER MAROCCHI MALAHIERBA – “ALISACHNI”
(Working Bee)
Il secondo album di Walter Marocchi Mala Hierba (dopo “Impollinazioni”, premiato al M.E.I. 2009 come miglior disco strumentale italiano), è un esperimento all’insegna della libertà espressiva: rock, jazz, folk e tango si fondono per forgiare un sound ibrido e contaminato.

GIULIANO CLERICO – “LA DIVA DEL CINEMINO”
(Zimbalam)
Terzo disco per il cantautore abruzzese: dieci canzoni che -tra fiati, armoniche, kazoo, riff di sax e di chitarra- rappresentano un mix ben riuscito di blues, folk e rimandi alla tradizione (Dalla, Caputo, Rino Gaetano, Barbarossa…). I testi, ironici e sarcastici, affascinano e spingono alla riflessione.

BLUE PURPLE BEES – “DAILY HOME REFLECTIONS”
(Oblique Fields)
Un concept che rappresenta una fresca sintesi tra lo stile ed il pop-rock anni ’60 & ’70 (Beatles, Pink Floyd e Velvet Underground in primis) e sonorità più ruvide (Nirvana, T-Rex, EELS). Probabilmente uno dei migliori esempi recenti di produzione “Vintage-Style” che abbraccia i vantaggi del digitale.

THE ROCK’N’ROLL KAMIKAZES – “ALL KINDS OF PEOPLE”
(Go Down)
La seconda uscita per il quartetto più rock and roll d’Italia! Un sano omaggio al Blues più sanguigno, senza dimenticare le classiche influenze swing/rockabilly e la psichedelia hawaian a cui la band ci ha abituato! Per ballare e divertirsi fino a notte fonda.

SUEZ – “ILLUSION OF GROWTH”
(Seahorse Recordings)
A distanza di 3 anni dal full-length “Many people don’t realize”, tornano le sonorità inquiete della band di Cesena: melodie dissonanti e ritmiche ossessive per nove brani di rara intensità emotiva. I testi in inglese raccontano ciò che siamo oggi: figli di quella “Illusione della crescita” che ci ha plagiato l’animo…

NORTICANTA – “TRA L’INCUDINE E L’AURORA BOREALE”
(Seahorse Recordings)
In costante evoluzione e mutamento, creano ballate-rock sperimentali sulle quali si stagliano sfondi psichedelici. I testi sono terreni instabili, epifania del perenne disequilibrio tra le tensioni dell’essere umano e i suoi desideri di rivalsa ed emancipazione, purtroppo sempre più sopiti e conformati.

RFC – “RITIENITI FORTEMENTE COINVOLTO”
(La canzonetta/sintesi 3000)
3 album, 12 anni di carriera, centinaia di concerti in tutta Italia, gli RFC tornano sulle scene con un nuovo lavoro che segna un’evoluzione nel sound ska-core della band casertana. Tra i guest, Olly Riva (Shandon,The Fire, Rezophonic) e Valerio Jovine (99Posse).

DR. U – “ALIENI ALIENATI”
(Valery Records)
Rock italiano dal suono crudo ma melodico. Impressionante la guest-list: Earl Slick (David Bowie, NY Dolls), Shane Gibson (Korn), Tony Franklin (Whitesnake, Jimmy Page), Martyn LeNoble (The Cult, Jane’s Addiction), Victor Indrizzo (Queens of the Stone Age, Scott Weiland) e molti altri.

LE BUGIE DI ELISA – LE BUGIE DI ELISA
(Seahorse Recordings)
Suoni a volte ai limiti del prog, accompagnati da una voce prima piccola poi potente. Le linee melodiche che variano all’improvviso proponendo soluzioni e note inaspettate. Ironia, rabbia, consapevolezza, romanticismo e filastrocche: ogni brano è un piccolo sentiero emotivo e sonoro che ti si apre davanti.

DOWNLOAD

Fabio Baresi
ufficio stampa Lunatik
lunatik@lunatik.it

Lascia un Commento